SclerosiMultiplaNews.net


News

Fingolimod orale nella sclerosi multipla recidivante


Il Fingolimod per via orale, un modulatore del recettore della sfingosina-1-fosfato che impedisce l'uscita dei linfociti dai linfonodi, migliora significativamente i tassi di recidiva e gli endpoint misurati per mezzo della risonanza magnetica, rispetto al placebo o all'interferone beta-1a per via intramuscolare, negli studi di fase 2 e 3 sulla sclerosi multipla....Leggi l'articolo

Idrossizina come adiuvante nella sclerosi multipla ?

Ricercatori dell’Aristotle University in Grecia hanno valutato il ruolo delle mastcellule, note anche come mastociti, nella sclerosi multipla.
Secondo questi Ricercatori, i mastociti potrebbero essere attivati dallo stress acuto, che è stato associato alle esacerbazioni di sclerosi multipla....Leggi l'articolo

Studio AFFIRM a due anni: Tysabri riduce il rischio di progressione della disabilità nella sclerosi multipla

I dati a due anni dello studio AFFIRM di fase III , presentati al 57th Annual American Academy of Neurology Meeting , hanno mostrato che il trattamento con Natalizumab ( Tysabri ) in monoterapia ha ridotto in modo significativo la progressione della disabilità, la percentuale di recidive cliniche e le lesioni cerebrali nei pazienti con forme recidivanti di sclerosi multipla....Leggi l'articolo

Laquinimod riduce lo sviluppo di lesioni attive all’MRI nella sclerosi multipla recidivante

Laquinimod è un nuovo immunomodulatore, sviluppato come trattamento modificante la malattia nella sclerosi multipla.Uno studio, coordinato con Chris Polman del VU Medical Centre di Amsterdam, ha valutato la sicurezza, la tollerabilità e l’efficacia di due differenti dosaggi di Laquinimod sulle lesioni alla risonanza magnetica per immagini ( MRI ) nei pazienti con sclerosi multipla recidivante....Leggi l'articolo